Seleziona Pagina

Trovarci pronti alle sfide di domani

Trovarci pronti alle sfide di domani

WELCOME

Filippo Vallone
Amministratore delegato Franzosini Italia S.r.l.

“Non solo rimanere al passo con i tempi, ma anticipare le novità creando oggi le condizioni per trovarci pronti alle sfide di domani”.

 

I continui cambiamenti nella materia doganale e le evoluzioni tecnologiche nelle applicazioni pratiche alle quali quotidianamente ci dobbiamo adeguare ed attenere ci obbligano ad una profonda riflessione circa il futuro della nostra professione.

Oggi gli spedizionieri doganali si trovano di fronte ad un bivio: bisogna effettuare una scelta tra investire risorse umane, tempo e denaro per rinnovare la propria attività e per mantenerla al passo con i tempi o rinunciare all’attività stessa.

Infatti, mai come in questo periodo, la nostra professione è regolarmente sottoposta a modifiche normative (si pensi solo all’istituzione del nuovo Codice doganale comunitario del maggio 2016), informatiche (ad esempio per la corretta gestione dei dati delle dichiarazioni doganali con servers doganali tecnologicamente sempre più avanzati) e strutturali, facendo qui esplicito riferimento alla recente istituzione del sistema informatizzato delle “Customs Decisions” e del “Trader Portal” a livello europeo o al prossimo sistema del “DaziT”, che si propone di modificare profondamente le modalità degli sdoganamenti elvetici.

L’impegno in termini di studio ed aggiornamento professionale ormai richiesto agli spedizionieri doganali è assimilabile a quello cui sono sottoposti i commercialisti, senza peraltro avere le medesime tutele di categoria e la stessa unità degli attori in campo. Normalmente gli spedizionieri si trovano a dover affrontare le novità senza il minimo preavviso e senza il supporto di alcuna associazione di categoria: si reperiscono le notizie sui siti web delle Dogane o tramite altri colleghi del settore e da quel momento parte una fase di ricerca e studio senza il supporto di nessuno. Gli spedizionieri affrontano i problemi in maniera del tutto individuale e questo avviene con così tanta rapidità e risolutezza che davvero oggi la scelta da operare è tra il “salire sul treno” o perderlo definitivamente.

Alla luce di questo, appare ovvio che ogni ambito della nostra attività lavorativa sarà sicuramente interessato da qualche modifica che, se non affrontata adeguatamente, potrebbe diventare fonte di problemi ed inefficienze. Di fronte a questa evidenza, in Franzosini da parecchi anni abbiamo deciso di investire parte del budget in “ricerca e sviluppo”: a livello centrale analizziamo gli obiettivi di studio da approfondire ed assegniamo ai vari reparti dei precisi compiti per anticipare i cambiamenti, per quanto possibile e per quanto prevedibili.

Gli studi effettuati sulle varie tematiche ci aiutano evidentemente a prendere delle decisioni di investimento mirate e ponderate in base alle previsioni normative e pratiche che abbiamo preventivato. L’indirizzo da seguire è chiaro: dobbiamo tramutare la novità in una sfida da cogliere al fine di profittare dei vantaggi e delle migliorie che ogni cambiamento porta naturalmente con sé.

La nostra scelta non è semplicemente quella di rimanere al passo con i tempi, ma di anticiparli per creare oggi le condizioni per trovarci pronti alle sfide di domani.

 

Circa l'autore

Lascia un commento

Recent Tweets

Archivi

Categorie